IL 22 MARZO CONVEGNO SU LINGUAGGIO INCLUSIVO

Si terrà, il prossimo 22 marzo, presso Europa Experience in piazza Venezia a Roma, l’incontro “Città e design di genere. Linguaggio inclusivo”.
Includere le differenze di bisogni e necessità tra i generi contribuisce a migliorare la vita quotidiana delle donne, ma in realtà di tutta la cittadinanza.
Per costruire una città di genere è necessario studiare attentamente i flussi, ascoltare i diversi modi di vivere i luoghi che significa comprendere di cosa hanno realmente bisogno tutti e tutte, le donne, ma anche i bambini, gli anziani, chiunque viva la città ogni giorno e chi solo per determinati periodi.
Nel 2014 l’Accademia Svedese ha incluso nel suo glossario ufficiale il pronome agènere hen – che significa “quella persona”. Questo pronome in svedese era stato proposto già nel 1966 ma è solo dal 2010 che ha cominciato a diffondersi.
Le Nazioni Unite hanno redatto delle direttive per ognuna delle 6 lingue ufficiali – arabo, cinese, francese, inglese, russo e spagnolo – finalizzate a favorire l’uso di un linguaggio inclusivo.
Il linguaggio inclusivo non discrimina nessuno, indipendentemente da tutti i fattori: orientamento sessuale, identità di genere, generazionale, etnici, aspetto fisico, stato sociale o disabilità.

Interventi istituzionali:
Monica LUCARELLI, Assessora al Comune di Roma alle Politiche della Sicurezza, Attività Produttive e Pari Opportunità

Introducono ai lavori:
Sonia R. MARINO, architetta ed european ergonomist, fondatrice e presidente di ‘donna, immagine città’ e ‘Integronomia, ricerca e formazione in ergonomia / ingegneria dei fattori umani e sostenibilità’ – Mehret TEWOLDE WELDEMICAEL, vicepresidente Associazione Le Réseau e CEO di Italia Africa Business Week

Moderatrici:
– Giulia PARINI BRUNO, giornalista e vice presidente di Nuove Radici Aps
– Mehret TEWOLDE WELDEMICAEL, vicepresidente Associazione Le Réseau e CEO di Italia Africa Business Week

Partecipanti panel di discussione:
Dino ANGELACCIO, presidente di ITRIA e coordinatore Giubileo for all
Maurizio CANETTA, deputato al Gran Consiglio del Ticino, già direttore di RSI Radiotelevisione Svizzera Italiana
Luisa CARBONE, professoressa di Geografia e Sistemi Informativi Geografici, DISUCOM dell’Università degli Studi della Tuscia
Laura CAROLEO, ricercatrice in Sociologia e Media Theories, Università della Magna Grecia
Maria Francesca CHIAPPE, caporedattrice de L’Unione Sarda e scrittrice
Daniela DUCATO, innovatrice green, Cavaliere della Repubblica per meriti ambientali
Sonia R. MARINO, fondatrice e presidente di ‘donna, immagine città’ e Integronomia
Sonia Maria MELCHIORRE, professoressa di Lingua inglese per i media e la comunicazione, DISUCOM dell’Università degli Studi della Tuscia
Barbara NEGRONI, consigliera nazionale CONAF Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali
Valentina PISCITELLI segretaria dell’associazione Biennale dello Spazio pubblico AssoBiSP e Costruttori di Immagine
Fiorenza TARICONE professoressa di Storia delle dottrine politiche, Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, già vicerettrice dell’Ateneo

Tra linguaggio e la mediazione il valore dell’inclusione:
Parisa NAZARI, mediatrice interculturale e attivista iraniana Associazione Women for Life & Freedom Movimento Italoiraniano Donna Vita Libertà
Orith YOUDOVICH, giornalista, fotografa, direttore editoriale di CultFrame – Arti Visive

Saluti delle associazioni ed enti:
Giovanni ANTONINI, direttore di INBB Istituto Nazionale Biosistemi e Biostrutture
Massimo CECCHINI, professore di Ingegneria Agraria, Forestale e dei Biosistemi, ErgolabUnitus DAFNE dell’Università degli Studi della Tuscia
Clara COLLALTI, autore, responsabile editoriale Officina del Podcast
Fabiana DI SEGNI, specializzata in psicologia dell’emergenza e in ipnosi Presidente commissione politiche sociali del Municpio XI
Gaetano DI SABATO, voicebookradio
Luisa MUTTI, presidente AReA M Arte e Architettura
Diva RICEVUTO, coordinatrice Gruppo di lavoro ASviS Goal 16
Sabrina ROSSI, presidente dell’associazione Sarai Onlus e responsabile del progetto “Chiedimi chi sono”

Evento organizzato da ‘donna, immagine città’ fondata da:
– Integronomia, ricerca e conculenza in ergonomia e sostenibilità
– INBB, Istituto Nazionale Biosistemi e Biostrutture
– Ergolab UniTus presso l’Università della Tuscia

 

Lascia un commento