Crea sito

Convenzione GiòStyle Monouso S.p.A.

Responsabili scientifici della ricerca: Proff. Danilo Monarca e Massimo Cecchini

I ricercatori del Laboratorio di Ergonomia e Sicurezza del Lavoro dell’Università degli Studi della Tuscia hanno maturato una notevole esperienza, sia tecnica che scientifica, nel settore del controllo della funzionalità e conformità di macchine, attrezzature ed ambienti di lavoro, nella valutazione dei principali rischi per gli operatori e per l’igiene degli alimenti nelle industrie alimentari.

La GiòStyle Monouso S.p.A., nell’anno 2004, ha stipulato una convenzione con il Dipartimento GEMINI dell’Università della Tuscia allo scopo di approfondire gli aspetti di valutazione dell’idoneità dei prerequisiti per l’igiene e la sicurezza dei prodotti, anche al fine di adempiere al compito di provvedere a:

1)      l’individuazione della conformità delle strutture, degli impianti e delle procedure aziendali ai requisiti di igiene e sicurezza dei prodotti;

2)      l’eventuale ripristino dell’idoneità di strutture, impianti e procedure aziendali risultate non conformi, ai fini dell’igiene e della sicurezza dei prodotti.

All’incarico ha collaborato, in pieno accordo e sintonia con il Dipartimento GEMINI e con GiòStyle, e con compiti analoghi, anche il Dipartimento di Produzione Vegetale e Tecnologie Agrarie di Udine, che dispone di competenze proprie complementari ed utili all’attività di ricerca in oggetto.

La GiòStyle ha affidato all’Università l’incarico di costituire un gruppo di lavoro avvalendosi di competenze proprie o interne all’Ateneo per eseguire l’attività di studio per la messa a punto dei prerequisiti per l’applicazione del sistema HACCP atto a garantire l’igiene e la sicurezza dei prodotti.

Per “prerequisiti” si intendono l’insieme delle procedure di carattere generale per controllare le condizioni operative dell’industria allo scopo di disporre di un ambiente compatibile con la produzione di prodotti idonei all’uso per alimenti.

Allo scopo di determinare i suddetti prerequisiti sono state prese in considerazione:

  • le strutture e la loro idoneità dal punto di vista igienico;
  • gli impianti e le attrezzature e la loro idoneità dal punto di vista igienico;
  • le buone pratiche di lavorazione.

Fra i prerequisiti particolare importanza riveste la chiara divisione delle responsabilità relative alle diverse attività dell’autocontrollo nonché la disponibilità di conoscenze e risorse tecniche extra-aziendali e aziendali. A tal fine l’Università ha fornito il supporto esterno alla GiòStyle fino alla messa a punto dei prerequisiti ed all’applicazione a regime del sistema HACCP e BRC.

L’Università ha messo a disposizione strutture ed attrezzature di laboratorio ed il supporto scientifico del personale per lo sviluppo di detto incarico.

L’Università ha provveduto a costituire il gruppo di lavoro sopra citato usufruendo, per le attività in oggetto, della collaborazione dell’ing. Andrea Sartoretto della GiòStyle. La GiòStyle ha fornito all’uopo i dati tecnici e quanto necessario per un corretto svolgimento dell’attività di studio.

I ricercatori del Laboratorio di Ergonomia e Sicurezza del Lavoro hanno proceduto come di seguito descritto:

  1. sopralluogo dettagliato presso gli impianti e gli stabilimenti;
  2. ricerca normativa e bibliografica;
  3. acquisizione ed analisi dettagliata della normativa tecnica riguardante la conformità delle attrezzature, delle macchine, degli ambienti di lavoro e delle procedure operative agli standard tecnici vigenti, con particolare riguardo alle norme italiane, europee e agli standard inglesi BRC;
  4. supervisione della traduzione degli standard BRC in lingua italiana e verifica dei termini tecnici tradotti;
  5. predisposizione di check list ed individuazione dei pericoli;
  6. sopralluogo in azienda con verifica della rispondenza delle strutture e degli impianti alle disposizioni di legge ed ai prerequisiti igienici per l’applicazione della metodologia HACCP;
  7. raccolta di informazioni per la valutazione e definizione dei prerequisiti funzionali adottati/da adottare;
  8. raccolta di informazioni tecniche/procedurali mediante interviste al personale autorizzato della GiòStyle;
  9. indicazioni su eventuali necessità di adeguamento delle strutture, degli impianti e delle procedure.